Ricerca
SERVIZI COMMERCIALI

Servizi commerciali

L'indirizzo Servizi commerciali approfondisce sia gli aspetti amministrativo-contabili e commerciali dell'attività aziendale, sia le attività di comunicazione

Cos'è

L’indirizzo Commerciale ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, le competenze professionali che gli consentono di supportare operativamente le aziende del settore sia nella gestione dei processi amministrativi e commerciali sia nell’attività di promozione delle vendite. In tali competenze rientrano anche quelle riguardanti la promozione dell’immagine aziendale attraverso l’utilizzo delle diverse tipologie di strumenti di comunicazione, compresi quelli grafici e pubblicitari. Lo studente si orienta nell’ambito socio economico del proprio territorio e nella rete di interconnessioni che collega fenomeni e soggetti della propria regione con contesti nazionali ed internazionali.

Le competenze acquisite dagli studenti si riferiscono ad una base comune relativa al sistema aziendale e ad approfondimenti orientati a professionalità specifiche in uno dei tre ambiti di riferimento:

  • SERVIZI COMMERCIALI
  • SERVIZI COMMERCIALI CON CURVATURA TURISTICA
  • SETTORE PROMOZIONE COMMERCIALE E PUBBLICITARIA (OPZIONE)

In questa ottica le discipline, sia dell’area dell’istruzione generale sia di quelle di indirizzo, possono assumere caratteristiche funzionali alle scelte dell’ambito di riferimento operate dalla scuola.

Il curricolo prevede:

  • 1° biennio (comune)
  • 2° biennio (distinto nei due indirizzi Commerciale e Commerciale con opzione Promozione Commerciale Pubblicitaria; al termine del 3° anno si consegue la Qualifica (regionale)
  • quinto anno: diploma

Il processo di costruzione di tali competenze si realizza:

  • attraverso le attività d’aula (attività teoriche, volte a fornire le conoscenze generali e specifiche proprie dell’indirizzo)
  • attraverso le attività pratiche di laboratorio (Informatica, Economia Aziendale e Laboratorio di Informatica, Reception)
  • attraverso le attività formative rappresentate dall’esperienza dell’Alternanza scuola-lavoro e dallo stage. Per tale indirizzo la scuola organizza stage in azienda a partire dalla classe seconda e l’attività pratica IN REGIME di alternanza scuola lavoro a partire dalla classe 3^ (2° biennio) fino alla classe 5^.

La scuola realizza un’esperienza di stage in modo che gli alunni, fin dal loro ingresso, percepiscano la specificità dell’indirizzo professionale che, in quanto tale, si avvale di una metodologia dell’alternanza tra l’ambiente di apprendimento in aula e quello in azienda

SERVIZI COMMERCIALI

All’interno del profilo professionale di riferimento, tale ambito tende a sviluppare competenze che orientano lo studente nel contesto economico sociale e generale e territoriale, declinate per operare con una visione organica e di sistema all’interno dell’azienda, di sviluppare una professionalità di base ben strutturata e flessibile nell’area economico-aziendale, con la possibilità di attivare approfondimenti in relazione alla tipologia del territorio e alla richiesta delle aziende.

Al termine del terzo anno lo studente può conseguire la qualifica Triennale Regionale di:

Operatore Amministrativo-Segretariale

L’operatore Amministrativo-Segretariale interviene, a livello esecutivo, nel processo di amministrazione e gestione aziendale con autonomia e responsabilità limitate a ciò che prevedono le procedure e le metodiche della sua operatività.

La qualificazione nell’utilizzo di metodologie di base, di strumenti e di informazioni gli consentono di svolgere attività relative alla gestione, elaborazione, trattamento e archiviazione di documenti e comunicazioni di diverso tipo, anche di natura amministrativo contabile, con competenze nella programmazione ed organizzazione di eventi e riunioni di lavoro.

COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

L’operatore amministrativo segretariale è in grado di:

  • Definire e pianificare attività da compiere sulla base delle istruzioni ricevute e/o della documentazione di appoggio (documenti, procedure, protocolli, ecc.) e del sistema di relazioni.
  • Approntare strumenti, attrezzature e macchinari necessari alle diverse attività sulla base della tipologia di materiali da impiegare, delle indicazioni/procedure previste, del risultato atteso.
  • Monitorare il funzionamento di strumenti, attrezzature e macchinari, curando le attività di manutenzione ordinaria.
  • Predisporre e curare gli spazi di lavoro al fini di assicurare il rispetto delle norme igieniche e di contrastare affaticamento e malattie professionali.
  • Collaborare alla gestione dei flussi informativi e comunicativi con le tecnologie e la strumentazione disponibile.
  • Redigere comunicazioni anche in lingua straniera e documenti sulla base di modelli standard per contenuto e forma grafica.
  • Redigere, registrare e archiviare documenti amministrativo-contabili.
  • Curare l’organizzazione di riunioni, eventi e viaggi i lavoro in coerenza con gli obiettivi e le necessità aziendale

PROFESSIONI E ATTIVITA’ DI RIFERIMENTO

Professioni:

  • Impiegati
  • Personale di segreteria
  • Aiuto contabili e assimilati

Attività economiche di riferimento:

  • Attività di supporto per le funzioni di ufficio e altri servizi di supporto alle imprese
  • Servizi integrati di supporto per le funzioni d’ufficio
  • Servizi di fotocopiatura, preparazione di documenti e altre attività di supporto specializzate per le funzioni d’ufficio

Profilo in uscita del diplomato dei Servizi Commerciali

Al termine del quinto anno lo studente consegue il diploma  dei Servizi Commerciali ed è in grado di:

  • Rilevare fenomeni di gestione con il ricorso a tecniche contabili o extracontabili
  • Elaborare dati concernenti mercati nazionali ed internazionali
  • Trattare dati del personale e relativi adempimenti
  • Attuare la gestione commerciale
  • Attuare la gestione del piano finanziario
  • Effettuare adempimenti di natura civilistica e fiscale
  • Utilizzare strumenti informatici e programmi applicativi
  • Ricercare informazioni funzionali all’esercizio della propria attività
  • Comunicare in almeno 2 lingue straniere
  • Utilizzare tecniche di comunicazione e relazione
  • Operare con autonomia e responsabilità nel sistema informativo dell’azienda integrando le varie competenze dell’ambito professionale
  • Documentare il lavoro e redigere relazioni tecniche

SERVIZI COMMERCIALI CON CURVATURA TURISTICA

All’interno del profilo professionale di riferimento, tale ambito tende a sviluppare competenze che orientano lo studente nel settore del turismo per la valorizzazione del territorio.

Il sistema turistico assume un crescente rilievo anche nella dimensione locale per la realizzazione di un vero e proprio sistema territoriale e rispondere efficacemente alle esigenze sempre più complesse della clientela, elaborando progetti e soluzioni personalizzate. Per l’indirizzo Servizi Commerciali Ambito Turistico, è pratica consolidata la partecipazione da parte delle classi allo stage presso:

  • le navi da crociera della compagnia GRIMALDI LINESdove, attraverso il progetto Grimaldi EDUCA dedicato alla formazione, gli alunni hanno l’opportunità di integrare la formazione teorica con attività pratiche di stage on board.
  • Le navi della TIRRENIA NAVIGAZIONEdove, attraverso il progetto FORMARE, gli alunni hanno l’opportunità di svolgere l’attività di stage e laboratori didattici a bordo delle navi.

Profilo in uscita del diplomato dei Servizi Commerciali con curvatura Turistico

 A conclusione del percorso quinquennale il diplomato è in grado di:

Elaborare dati concernenti mercati nazionali ed internazionali

  • Ricercare informazioni funzionali all’esercizio della propria attività
  • Interagire nel sistema azienda e riconoscere diversi modelli di strutture organizzative aziendali
  • Contribuire alla realizzazione della gestione commerciale, degli adempimenti amministrativi ad essa connessi e dell’area amministrativo-contabile
  • Partecipare ad attività dell’area marketing
  • Realizzare attività tipiche del settore turistico e funzionali all’organizzazione di servizi per la valorizzazione del territorio e per la promozione di eventi
  • Comunicare in almeno due lingue straniere con un corretto utilizzo della terminologia di settore
  • Utilizzare strumenti informatici e programmi applicativi
  • Utilizzare tecniche di comunicazione e relazione
  • Operare con autonomia e responsabilità nel sistema informativo dell’azienda integrando le varie competenze dell’ambito professionale
  • Documentare il lavoro e redigere relazioni tecniche

SETTORE PROMOZIONE COMMERCIALE E PUBBLICITARIA (OPZIONE)

 All’interno del Profilo Professionale di riferimento, tale ambito tende a sviluppare le competenze nel settore della Promozione Commerciale e delle connesse attività di Comunicazione Pubblicitaria.

Le competenze di ambito, in termini di conoscenze e attività, si caratterizzano anche per la progettazione di differenti tipologie di prodotti e Servizi Pubblicitari.

Al termine del terzo anno lo studente può conseguire la qualifica Triennale Regionale di:

Operatore Grafico Multimedia

L’operatore grafico interviene a livello esecutivo nel processo di produzione grafica con autonomia e responsabilità limitate a ciò che prevedono le procedure e le metodiche della sua operatività. La qualificazione nell’applicazione ed utilizzo di metodologie di base, di strumenti e di informazioni gli consentono di svolgere, a seconda dell’indirizzo, attività relative alla realizzazione del prodotto grafico, seguendo le istruzioni ricevute e alla produzione di file per la pubblicazione su supporto cartaceo e multimediale. Utilizza competenze di elaborazione grafica impiegando software professionale per il trattamento delle immagini e per l’impaginazione degli stampati; possiede competenze funzionali all’operatività nell’ambito della realizzazione di prodotti multimediali.

COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

  • L’operatore grafico è in grado di:
  • Definire e pianificare fasi delle operazioni da compiere sulle base delle istruzioni ricevute e/o delle indicazioni di appoggio del progetto grafico e del sistema di relazioni
  • Approntare strumenti, attrezzature e macchinari necessari alle diverse fasi di attività sulla base delle istruzioni/indicazioni ricevute, del risultato atteso
  • Monitorare il funzionamento di strumenti, attrezzature e macchinari curando le attività di manutenzione ordinaria
  • Predisporre e curare gli spazi di lavoro al fine di assicurare i rispetto delle norme igieniche e di contrastare affaticamento e malattie professionali
  • Elaborare un prodotto grafico sulla base delle istruzioni ricevute e della documentazione del progetto, tenendo conto delle diverse tipologie di supporto di pubblicazione
  • Produrre i file grafici in formato adatto alla pubblicazione su diversi supporti
  • Acquisire e elaborare immagini, video e grafici per la pubblicazione su supporti multimediali

PROFESSIONI E ATTIVITA’ ECONOMICHE DI RIFERIMENTO

Professioni:

  • Artigiani, operai specializzati
  • Compositori tipografici
  • Tipografi impressori
  • Stampatori offset e alla rotativa
  • Rilegatori ed assimilati
  • Fototipografi e fototecnici

Attività economiche di riferimento:

  • Stampa e riproduzione di supporti registrati
  • Lavorazioni preliminari alla stampa e ai media
  • Legatoria e servizi connessi
  • Attività editoriali
  • Edizione di libri
  • Edizione di quotidiani
  • Edizione di riviste e periodici
  • Edizione di altri software

Profilo in uscita del diplomato “settore promozione commerciale e pubblicitaria (opzione)

Al termine del quinto anno lo studente consegue il diploma di Tecnico dei Servizi Commerciali opzione PROMOZIONE COMMERCIALE PUBBLICITARIA è in grado di:

  • Elaborare dati concernenti mercati nazionali ed internazionali
  • Trattare dati del personale e relativi adempimenti
  • Attuare la gestione commerciale
  • Interagire nell’area della gestione commerciale per le attività relative al mercato e finalizzate al raggiungimento della customer satisfaction
  • Partecipare all’attività dell’area marketing ed alla realizzazione di prodotti pubblicitari
  • Utilizzare strumenti informatici e programmi applicativi
  • Ricercare informazioni funzionali all’esercizio della propria attività
  • Utilizzare tecniche di comunicazione e relazione
  • Operare con autonomia e responsabilità nel sistema informativo dell’azienda integrando le varie competenze dell’ambito professionale
  • Documentare il lavoro e redigere relazioni tecniche

I NUOVI CORSI DI STUDIO STATALI DELL’ISTITUTO PROFESSIONALE

La Revisione dei percorsi dell’Istruzione Professionale

Il Dlgs 61/17, emanato ai sensi della L.107/15 delega art.1 c. 180 e 181 lett. D, revisiona i percorsi dell’Istruzione Professionale con la ridefinizione degli indirizzi e il potenziamento delle attività laboratoriali.

Il nuovo sistema è entrato in vigore, a regime, dall’a.s. 2018-19 con l’istituzione delle classi prime per gli indirizzi di riferimento (si riportano di seguito alcuni punti del Decreto citato).

“Le Istituzioni Scolastiche che offrono percorsi di Istruzione Professionale sono Scuole Territoriali dell’Innovazione, aperte al Territorio e concepite come laboratori di ricerca, sperimentazione e innovazione didattica. Il modello dei nuovi Istituti Professionali si differenzia dal modello attualmente in vigore per l’assetto organizzativo e per l’assetto didattico”.

I Percorsi

I nuovi percorsi di Istruzione Professionale hanno:

  • una durata quinquennale e sono finalizzati al conseguimento di diplomi di istruzione secondaria di secondo grado relativi agli indirizzi di studio che la scuola offre e danno accesso agli Istituti Tecnici Superiori, all’Università e alle Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica,
  • un’identità culturale, metodologica e organizzativa, espressa nel Profilo Educativo, Culturale e Professionale (PECUP) che riassume sia i Risultati di Apprendimento Comuni sia Risultati di Apprendimento di Indirizzo connessi ai Profili di Uscita permettendo la formazione di una figura professionale consapevole e formata alle competenze generali di cittadinanza, in grado di coniugare gli aspetti tecnico-professionali con la cultura del Cittadino Europeo.

Le specificità dei percorsi, sulla base del PECUP, con significativo rimando ai Profili di uscita del diplomato, è declinata in percorsi formativi, in funzione delle figure professionali richieste dal Territorio, connesse alle attività economiche e alle professioni referenziate ai codici ATECO in correlazione ai settori economici professionali e alla classificazione NUP (Nomenclatura e classificazione delle Unità Professionali) entrambi codici di classificazione ISTAT

L’Istituto, ai sensi della Tabella di Confluenza dei percorsi del previgente ordinamento (ex DPR 87/2010) nei nuovi ordinamenti, offre percorsi di studio relativi a due Indirizzi:

  • Servizi Commerciali (ambito Turismo, come da presentazione al Collegio)
  • Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera.

 Il Profilo Culturale Educativo e Professionale (PECUP)

Il PECUP si basa su una dimensione connotata da uno stretto raccordo della scuola con il mondo del lavoro e delle professioni, ispirato ai modelli duali di apprendimento promossi dall’UE per intrecciare istruzione, formazione e lavoro (Vocational Education and Training -VET-) e da una personalizzazione dei percorsi resa riconoscibile e comunicabile dal Progetto Formativo Individuale (PFI), idonea a consentire a tutti gli studenti di rafforzare e innalzare le proprie Competenze Chiave di Cittadinanza, a partire da quelle che caratterizzano l’Obbligo di Istruzione (DM 139/2007) e, nel contempo, avere migliori prospettive di occupabilità.

 Il PECUP (a conclusione del secondo ciclo di istruzione del Sistema Educativo di Istruzione e Formazione di cui all’art. 1, c. 5 DLgs 226/2005) è finalizzato a:

-crescita educativa, culturale e professionale

-sviluppo della autonoma capacità di giudizio

-esercizio della responsabilità personale e sociale

 e nell’innovazione ordinamentale in corso contempla:

  • Risultati di Apprendimento comuni a tutti i percorsi

declinati in termini di competenze, abilità e conoscenze con l’obiettivo di far acquisire competenze generali, da esercitare nei diversi contesti operativi di riferimento, basate sull’integrazione tra i saperi tecnico-professionali e i saperi linguistici e storico-sociali: gli Assi Culturali (che non prevedono obiettivi distinti per disciplina, ma percorsi pluridisciplinari organizzati in UdA).

 

  • Risultati di Apprendimento di indirizzo

declinati in termini di competenze, abilità e conoscenze, associati al Profilo di Uscita per ciascuno degli indirizzi, inteso come standard formativo in uscita dal percorso di studio, caratterizzato da un insieme compiuto e riconoscibile di competenze valide e spendibili nei contesti lavorativi del settore economico-professionale correlato

Come si accede

Per accedere alla scuola secondaria di secondo grado, dopo aver completato il ciclo di studi della scuola secondaria di primo grado, è necessario iscriversi tramite la procedura online presente su https://www.istruzione.it/iscrizionionline

L’iscrizione alla secondaria di secondo grado viene effettuata tramite la compilazione di un modulo on line disponibile nel periodo comunicato ogni anno attraverso la circolare sulle iscrizioni che viene pubblicata di norma nel mese di novembre.

Struttura responsabile dell'indirizzo di studio
Luoghi in cui viene erogato l'indirizzo di studio
  • indirizzo

    Via Is Maglias, 132 - Cagliari CA

  • CAP

    09122

  • Orari

    Per conoscere gli orari e le modalità di ricevimento contattare la segreteria scolastica

Contatti